Partner e collaborazioni

La Fondazione Villa Ghigi è l’ente capofila del progetto. Da quasi trent’anni lavora con notevole impegno insieme alle scuole della città e della provincia  proponendo percorsi di scoperta della natura anche ai bambini della scuola dell’infanzia che privilegiano un approccio ludico e basato sull’utilizzo dei sensi. Da qualche anno sperimenta con successo all’interno del Parco Villa Ghigi diverse attività di vicinanza e contatto con la natura sia in ambito scolastico, che extrascolastico.  All’interno del progetto coordina le diverse azioni e partecipa alle settimane svolte all’interno del Parco Villa Ghigi.

Il progetto è svolto insieme a:

Il Centro di Documentazione Pedagogico (CDP) di Casalecchio di Reno è un CEA, emanazione diretta dell’amministrazione comunale, particolarmente attivo nel campo della ricerca e documentazione pedagogica, il che si traduce, tra l’altro, in una ricchissima offerta formativa rivolta ad insegnanti eoperatori sui temi dell’ambiente, della sostenibilità, della convivenza civile e della multiculturalità. Attraverso l’azione di due aule ambientali il CDP, da oltre 15 anni, propone alle scuole di diverso ordine e grado, e quindi anche all’infanzia, una serie di percorsi tesi a sviluppare in bambini, ragazzi e insegnanti l’abitudine ad una frequentazione in chiave educativa del territorio: dal cortile della scuola, al parco pubblico, dall’area naturale (fiume, bosco, ecc.) al centro commerciale. All’interno del progetto ospita, presso la sua sede, la formazione e partecipa alla settimana svolta all’interno del Parco della Chiusa

Il Centro San Teodoro del Parco Regionale dell’Abbazia di Monteveglio è il CEA di un’area protetta, in cui l’Educazione Ambientale è una realtà molto importante e prevalente. Il Parco per le sue caratteristiche ambientali è un luogo particolarmente adatto a sperimentare percorsi di immersione nella natura. Da oltre 20 anni il CEA San Teodoro realizza con i bambini delle scuole dell’infanzia semplici percorsi di esplorazione dei diversi ambienti naturali (torrenti, boschi, calanchi, stagno, prati, siepi, vecchi coltivi) all’insegna dell’avventura e della scoperta. All’interno del progetto partecipa alla settimana svolta all’interno del Parco della Chiusa

La Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi di Bologna, attraverso il coinvolgimento della Dott.ssa Michela Schenetti, docente del corso di Educazione Ambientale, seguirà il progetto svolgendo, anche grazie al tirocinio di uno o più studenti, una ricerca finalizzata a cogliere ed analizzare i comportamenti dei bambini e degli insegnanti/educatori e le relazioni intercorrenti tra questi e l’ambiente naturale nello specifico contesto educativo individuato dal progetto.

Il Comune di Bologna partecipa al progetto attraverso il coinvolgimento del coordinamento pedagogico dei quartieri Savena e San Vitale che prenderanno parte alle diverse azioni del progetto svolgendo una fondamentale azione di raccordo tra i CEA, l’Università e le due scuole dell’infanzia bolognesi coinvolte nel progetto.

Le insegnanti, le dade, i genitori delle scuole dell’infanzia Ferrari e XVIII Aprile di Bologna, Vignoni di Casalecchio di Reno e della scuola dell’infanzia di Monteveglio che seguiranno il percorso di formazione e ovviamente anche i bambini che saranno coinvolti nelle settimane nel bosco

L’Associazione Culturale OTTOmani, esperta nello sviluppo e realizzazione di proposte didattiche, ludiche e formative nell’ambito del linguaggio audiovisivo, partecipa al progetto curandone la documentazione attraverso un video

e si avvale tra l’altro della collaborazione di:

Associazione Culturale Hamelin: si occupa di promozione della lettura per bambini e ragazzi

Paolo Tasini: giardiniere con una laurea in Scienze della Formazione impegnato nella realizzazione di giardini dove i bambini possano coltivare una lieta selvatichezza

Roberto Papetti: educatore giocattolaio, fondatore e animatore del centro gioco La Lucertola di Ravenna

Alberto Rabitti: ingegneratelierista, esperto nella realizzazione di spazi naturali per il gioco dei bambini

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: